Decreto Rilancio (D.L. 19 maggio 2020, n. 34): le novità in materia penale

Di |2020-06-10T18:47:53+02:0010 Giu 2020|Tag: |

Il “Decreto Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34), oltre ad integrare le disposizioni già previste dal “Decreto liquidità” (D.L. n. 23/2020) a sostegno dell’economia e delle imprese, contiene altresì alcune rilevanti novità in materia penale. Il presente contributo passerà in rassegna le predette novità con l’obiettivo di fornire al lettore una ricostruzione dell’evoluzione normativa in ambito penale, resa non facile dalla pluralità dei provvedimenti di urgenza emessi in questo periodo e dalla eterogeneità delle materie riformate dagli stessi. Contributo a fondo perduto: il nuovo delitto di falso e applicabilità degli artt. 316-ter e 322-ter c.p. (art. 25) L’art. 25 [...]

Sospensione del termine di prescrizione ex art. 83 comma 4 del Decreto Cura Italia

Di |2020-06-10T18:49:21+02:0010 Giu 2020|Tag: |

Con due ordinanze, entrambe emesse in data 21 maggio 2020, il Tribunale di Siena ha sollevato due eccezioni di legittimità costituzionale dell’art. 83 co. 4 D.L. 18/2020, convertito in L. 27/2020. La disposizione richiamata deve essere letta in combinato disposto con il secondo comma della medesima norma, che dispone la sospensione dei termini per il compimento di qualsiasi atto dei procedimenti civili e penali. Il comma 4, in relazione al quale è stata sollevata eccezione di legittimità costituzionale, dispone che “nei procedimenti penali in cui opera la sospensione dei termini ai sensi del comma 2, è altresì sospeso, per lo [...]